mercoledì 12 novembre 2014

PROVENZA, TERRA SENZA TEMPO - 4


Trasmettere attraverso immagini e colori. Il miglior modo per esprimere, al ritorno da ogni viaggio, quelle sensazioni sottili che sarebbe più complesso tradurre in parole. La Provenza, nel sud della Francia, terra di paesaggi senza tempo, di natura rispettata, di profumi e odori intensi esaltati dal sole mediterraneo, merita di essere raccontata lasciando spazio alle luci più che alle lettere. Perchè talvolta non è necessario dilungarsi troppo nel descrivere ciò che si percepisce immediatamente, la bellezza oggettiva.


4 - AIGUES MORTES, CAVALLI BIANCHI E TORI NERI




Gli imponenti bastioni che si stagliano all'orizzonte arrivando ad Aigues Mortes invogliano il visitatore a tuffarsi in questo borgo che sembra aver sconfitto il tempo, fermando l'eterno moto delle lancette agli anni di Luigi IX, il re santo che volle stabilire proprio lì, tra paludi e lagune che ancora oggi rappresentano autentici tesori di natura e paesaggio, un imbarco per le navi che salpavano verso il Medio Oriente e la Crociata del 1248.
Un piccolo scrigno perfettamente conservato le cui fortificazioni, totalmente percorribili tra merli e torri, fanno viaggiare con la mente e con lo spirito, ma anche con lo sguardo, su quella Petite Camargue che regala scorci meravigliosi su territori di straordinaria bellezza.


Cavalli bianchi e tori neri tipici della Camargue governati dai Gardian