lunedì 21 novembre 2016

TERRE DELLA FARNESIANA, PAESAGGI E COLORI DELLA TUSCIA LAZIALE


Vacche maremmane nelle Terre della Farnesiana


Sentieri e sterrati che si inerpicano lungo i fianchi sinuosi di colli fertili e assolati, fino alle pendici di falesie solitarie avvolte da boschi popolati di ombre e colori.
Lungo il cammino si incontrano antiche vestigia, resti di secoli trascorsi, eco di glorie lontane ma vive nel ricordo silenzioso delle alberature secolari, imponenti colonne del cielo, cresciute attorno alle orgogliose rovine. Quasi a proteggerle, guardiani del tempo, da un oggi ingrato e minaccioso.

Un cavallo passeggia nel sito medievale di Cencelle


Terre della Farnesiana, lembo di territorio nobile e romantico racchiuso tra Civitavecchia e i borghi di Allumiere e Tolfa nel Lazio nord occidentale. Paesaggio e storia, cultura e natura convivono nel silenzio e nelle evocative tonalità che il sole disegna sulle fronde e sulle rocce, modellando il suolo nel lento divenire delle stagioni. 
Dai casali alle alte rocche che si stagliano all'orizzonte, visitando chiese nascoste dalla vegetazione rigogliosa e ristorandosi godendo di buon cibo e panorami caleidoscopici.


Passeggiando lungo i sentieri della Farnesiana


Dall'insediamento medievale di Cencelle alla chiesa della Farnesiana, contemplando bastioni di roccia e vecchie ferrovie abbandonate che corrono quiete tra il verde e la storia. Sotto l'occhio vigile delle bianche mucche maremmane dalle caratteristiche corna ondulate, mansuete osservatrici della vita in una terra meravigliosa, da scoprire e amare.

I colli della Farnesiana al tramonto


giovedì 3 novembre 2016

IL FASCINO DELL'ANTICO PORTO DI ROMA


La strada colonnata


Un tempo luogo di commerci, oggi poesia si storia e archeologia immersa nel verde.
Le antiche vestigia dei porti degli imperatori romani Claudio e Traiano, nell'attuale Comune di Fiumicino a pochi passi dalla modernità dell'aeroporto della Capitale, sono gemme di un territorio che affonda le proprie radici nei millenni. Un percorso romantico ed evocativo che si snoda attraverso sentieri tracciati nei meandri delle Ere.
Prati e boschi, biodiversità e cultura. Un viaggio nei secoli, dai magazzini di Traiano al portico di Claudio e all'imponente strada colonnata, fino alla darsena che appare come una lingua d'acqua protetta dall'abbraccio della vegetazione. E poi i magazzini di Settimio Severo, anticamera  della magnificenza dell'Esagono, il bacino costruito dall'imperatore Traiano oggi oasi naturalistica di oltre 32 ettari.
L'antico porto di Roma Imperiale, un'avventura degli occhi e dell'anima in un luogo che racchiude molteplici meraviglie, da scoprire e raccontare.


I magazzini di Settimio Severo